Storia

Il primo Lagotto Romagnolo

Tutto iniziò nel 1997. Dopo aver vissuto per 10 anni in un appartamento, abbiamo avuto la possibilità di trasferirci a vivere in una casa di collina. Nel condominio dove si viveva il regolamento vietava di tenere cani, l’idea di poterne tenere almeno uno è stata la motivazione che ci ha spinto a vendere l’appartamento per trasferirci. Il trasloco all’inizio dell’estate coincideva con il compleanno di Giorgia, fu così che al suo quinto compleanno arrivò Rasc 2º Delle Bonifiche un Lagotto bianco. Quando è entrato nella nostra famiglia aveva già quasi quattro mesi, e l’allevatore lo aveva comunque iniziato alla cerca del tartufo, inizialmente non mi interessava molto, ma un giorno di luglio passeggiando nei sentieri dietro casa, il piccolo Rasc si è allontanato come se fosse attirato da qualcosa, fiutava l’aria è girava a brevi scatti il muso, poi d’un tratto con un brioso trotto andò sotto un cespuglio di cornule e cominciò a scavare. Tale era la sua concentrazione che il mio richiamo non sortiva nessun effetto, anzi più lo chiamavo più foga metteva nello scavare. Quando mossi il primo passo per andarlo a recuperare, lo vedo prendere qualcosa in bocca e venire verso di me, quando siamo stati uno di fronte all’altro si è messo a terra e deposito il nostro primo tartufo . Lo stupore che provai quel giorno in rare altre occasioni ricordo di averlo provato. Di lì alla notte cominciai ad avere dei sogni, a volte mi ritrovavo nel bosco con le tasche piene di tartufi, altre notti le passavo a giocare con Giorgia circondati da cuccioli.

Da qui é cominciata la passione per questa razza.

Il primo Labrador Retriever 

 Nel 2004 quando ormai avevamo già iniziato ad avere una decina di Lagotti, ho voluto, per motivi che non sto a spiegare, cambiare di scuola mia figlia Giorgia. Per addolcire la pillola le chiesi cosa le avesse fatto piacere ricevere in regalo. Senza pensarci troppo mi disse : “ un Labrador cioccolato”. Pur frequentando le esposizioni cinofile a quei tempi non avevo mai visto un Labrador di quel colore. Dopo alcune telefonate ad allevamenti del Veneto, a Verona ne trovai uno che aveva dei soggetti di quel colore. Insieme a mia figlia mi recai a far visita all’allevamento Fior D’acqua, in quel periodo aveva disponibile un’intera cucciolata di Labrador cioccolato di appena 40 giorni, più aveva una femmina di circa un anno. Lasciai scegliere Giorgia, che pur di non veder svanire l’occasione scelse la femmina di un anno in quanto si poteva portare a casa quello stesso giorno. SulL’eccezionale carattere di questa razza non serve spendere parole, qualche dubbio si può invece avere sull’attitudine al lavoro, in particolare sulla cerca del tartufo. Con non troppa convinzione senza dire nulla a mia figlia cominciai ad addestrarla per il tartufo, i risultati non tardarono ad arrivare, nonostante l’età non fosse quella ideale, di solito si comincia a pochi mesi o settimane dalla nascita. La prima uscita a dicembre l’ho portata nelle faggete dove sapevo esserci dell’uncinato. A Nutella ,questo è il nome della nostra protagonista, avevo insegnato di segnalare la presenza del tartufo con una semplice raspata, appena entrati nel bosco con disinvoltura mi segnalò il primo tartufo, intervenni subito premiandola, si spostò lasciandomi lo spazio per cavare, dopo aver ben livellato il terreno mi alzai e Nutella con la sua spalla mi spinse la gamba, la incitai alla cerca , lei per la seconda volta mi spinse, io alzai il tono della voce, a quel punto buttandosi pancia all’aria aprì la bocca mostrandomi un secondo tartufo. Mi fece il riporto senza averglielo insegnato! L’estate successiva ,finita la scuola, Giorgia al rientro da una passeggiata nei sentieri intorno a casa, rientrò con il broncio, e con tono seccato mi disse: papà mi hai rovinato il cane, quando lo sguinzaglio per giocarci, sparisce nel bosco e mi porta i tartufi. Purtroppo per Giorgia Nutella diventò il mio cane.

Oggi posso dire che quei sogni di più di vent’anni fa si sono realizzati. La passione di tutta la famiglia ci ha portato ad avere più di quaranta cani divisi in 2 razze