Non sempre, quando andiamo in vacanza, abbiamo la possibilità di portare il cane con noi: a volte per questioni di trasporto (aereo o nave) e a volte per carenza di strutture “pet friendly” o la necessità di far quadrare il budget familiare.
Nel caso si decida di non portarlo in vacanza con noi, si pone la questione a chi lasciarlo: se siamo fortunati ci sarà qualche parente volenteroso che ospiterà il nostro cane a casa sua, oppure ci potremmo affidare ad un pet sitter.
Normalmente però per il periodo delle ferie sono difficili da trovare liberi. Quindi, se non ti sei organizzato per tempo, di sicuro trovare un pet sitter disponibile, diventa un’impresa ardua.

Di sicuro una pensione per cani autorizzata è quella che offre più flessibilità, garanzie su come il cane verrà trattato e disponibilità di ospitare cani anche nei periodi più affollati. Inoltre la pensione per cani rassicura su quello che può accadere al nostro animale, in quanto è molto difficile chiedere ad un parente o ad un amico di rispondere di eventuali problemi che possono sorgere durante la nostra vacanza.

Nel caso di una abitazione privata, di un pet sitter, non ci sarà mila lo stesso livello di sicurezza che si trova normalmente in una pensione.

Ci sono però pensioni e pensioni e, come per gli alberghi per gli esseri umani, ci sono delle situazioni più o meno adeguate.

Il nostro consiglio?

Innanzitutto non portare mai il cane in una pensione che non hai precedentemente visitato.
Durante la visita osserva gli spazi disponibili e il livello di pulizia, cerca di dialogare con il personale che si occuperà del cane, per capire la professionalità e la disponibilità.
Se chi si occupa degli animali ha delle competenze come educatore cinofilo, avrai anche  la sicurezza che il tuo cane verrà adeguatamente trattato.
Un buon educatore sarà in grado di valutare se il tuo cane starà meglio in un box da solo o in compagnia di altri soggetti.

Cerca di farti consigliare anche da tuoi amici che già hanno portato il loro cane in pensione.

Affidati molto dell’atteggiamento che avrà il tuo cane al momento di ingresso nella struttura:  se la prima volta può essere normale che il cane sia restio ad entrare, le volte successive si dovrebbe vedere un cane rilassato o entusiasta di entrare.

Tra le migliori pensioni ci sono quelle che offrono un servizio di monitoraggio del vostro cane.
Potrete visitare la loro pagina Facebook per poter vedere video e foto del vostro cane giornalmente,  e la professionalità di chi si occupa per lavoro nel tenere cani sarà una garanzia nella tutela del benessere del vostro amico a quattro zampe.

cta-pensione